Tempo di lettura: 4 minuti


Durante la prima estate dell’Associazione, nel 2017, da parte del Grest di Bellegra ci fu la proposta per realizzare uno spettacolo teatrale fruibile da parte dei bambini fra i sette e i tredici anni.

L’Associazione, ancora neonata ma già con le idee chiare, si mosse per realizzare un riadattamento de “Il Re Leone”, famoso cartone Disney, giacché parte degli associati avevano già recitato in uno spettacolo bilingue realizzato nel liceo che frequentavano.
L’organizzazione dell’evento fu curata da Gianmarco Mazzola, Aurora Cera e Silvia Proietti mentre alla regia si alternarono Filippo Pasquali (già responsabile dello spettacolo realizzato al Liceo), Riccardo Rocchi e lo stesso Gianmarco.

La sfida fu come far immergere i bambini nel clima del cartone originale, ma fu presto vinta. Venne fatto largo uso infatti di face painting, con i vari attori che vennero sapientemente truccati per dare l’impressione di essere veri animali e per la scenografia si costruì un’enorme struttura di legno di sei metri per tre, ove appendere la scenografia: un grande sfondo con oggetto la savana (il quale rischio di essere disintegrato da un’improvvisa intensificazione dei venti sotto la piazza coperta scelta per l’esibizione, causando non pochi disagi ai ragazzi presenti che fra un trucco e l’altro si trovarono costretti a spostare il tutto di gran corsa).

La storia avrebbe ricalcato l’originale con il piccolo leoncino Simba, il quale vede morire davanti i suoi occhi il padre Mufasa e sentendosi responsabile fugge via dalla sua famiglia e dalle sue “responsabilità” mentre il malvagio zio Scar, vera causa della morte del fratello, sale al potere con l’aiuto delle crudeli iene.

Il Re Leone, con la sua storia fruibile su più livelli, si mostrava ideale davanti a un pubblico variegato come quello del Grest, riuscendo ad impattare a vari livelli sui vari spettatori, dove i più piccoli sarebbero rimasti incantati dal coraggio di Simba o dalle canzoni esibite dal vivo mentre i più grandi avrebbero compreso che il suo ritorno a casa era un qualcosa di più che accettare il proprio dovere, ma accettare chi si era davvero e la strada davanti a sé.

Lo spettacolo, messo in scena il 18/07/2017, fu estremamente apprezzato dai bambini come anche dalle persone più grandi capitate per caso ad assistere alla rappresentazione, che lodarono l’immedesimazione degli attori nel corso dell’esibizione.

Organizzazione – Aurora Proietti, Gianmarco Mazzola, Riccardo Rocchi

Regia – Filippo Pasquali, Gianmarco Mazzola, Riccardo Rocchi

Sceneggiatura – Filippo Pasquali (dall’originale di Jonathan Roberts e Linda Woolverton)

Cast:
Simba – Simone Mazzola

Nala – Sara Proietti

Scar – Gianmarco Mazzola

Mufasa – Nicolò Lanzi

Timon – Filippo Pasquali

Pumbaa – Sophie Paduano

Rafiki – Adriano Arceri

Shenzi – Mattia Velluti

Banzai – Marco Rubino

Ed – Giacomo Barone

Zazu – Simona Tatu

Sarabi – Aurora Cera

Sarafina – Alessia Pischedda

Musiche: Voce – Gianmarco Mazzola, Sara Proietti, Simona Tatu