Tempo di lettura: 3 minuti


All’inizio del 2018, l’Associazione VivArte si avviava verso il compimento del suo primo anno di età. L’occasione per realizzare un qualcosa di diverso rispetto al solito arrivò verso Aprile, con l’idea di Gianmarco Mazzola di realizzare un festival musicale. Quella del festival era un’idea che da tempo era nella testa di Gianmarco come anche di Riccardo, e i due trovarono un buon terreno per avviare questo progetto a San Vito Romano, grazie anche al gruppo di ragazzi appena nato chiamato “Scacco alla noia”. A partire da aprile, con alcuni di questi iniziarono i primi incontri con loro per realizzare un evento diverso da quelli che di solito c’erano nel loro paese dal nome “Starlight Music Festival”. Furono offerti diversi elementi di novità rispetto al solito a partire dalle esibizioni con ben otto band che si sarebbero salite sul palco della Villa Comunale nel corso della serata e in più si sarebbe aggiunto un musical dell’Associazione VivArte.

Un ulteriore variazione rispetto agli eventi soliti venne data dall’area gastronomica, con la presenza di “Pizza on the road”, un attività che faceva pizza portando con se degli appositi forni a legna; inoltre, in virtù di un pubblico più giovanile, venne dato ampio spazio ai cocktail per i quali venne chiamato appositamente un barista capace.
Per tenere fede al nome, poi, ad ogni consumazione sarebbe stato servito un bracciale “starlight”, per rendere più luminosa la serata.

La serata, dopo mesi di preparazione con data per il 21/07/2018, fu un grande successo, con il pubblico accorso da numerosi paesi limitrofi per assistere alle performance dei vari artisti.

L’Associazione, con incredibile verve, si ritrovò oltre ad organizzare l’evento anche a preparare il musical che avrebbero messo in scena nel corso della serata, ossia “Italian Idiot”, una rivisitazione del famoso album (da cui anche un musical per broadway) dei Green Day.

“Italian Idiot” aveva come protagonista un ragazzo, Johnny, studente di un’accademia di teatro che vive la sua vita spensieratamente, finché da un giorno all’altro il suo mondo sembra crollare con il suo migliore amico, Novacaine, che inizia a spacciare per pagare gli studi mentre la sua ragazza, She, rimane incita senza che fosse pianificato. Sarà proprio questa gravidanza indesiderata a far crescere Johnny coinvolgendolo in uno scontro con She e i suoi genitori, propensi per l’interruzione, e gettandolo in un mondo più crudo e famelico di come lo conosceva; il tutto arricchito dalle musiche dei Green Day, opportunamente inserite all’interno del musical.

Lo “Starlight Music Festival” fu un evento chiave per l’Associazione VivArte, in grado di far esplorare altre dimensioni oltre a quella teatrale.

Organizzazione: Gianmarco Mazzola, Riccardo Rocchi (Alessandro Orlandi e Luigi Cinti per “Scacco alla noia”).

La band coinvolte furono:

Cincy’s Garage

Chimera Crew

Fuori Luogo

Iedo

Last Flare

M-Art & Ronzi

Reality Synth

The Outsiders

Per quanto riguarda lo spettacolo

Regia & Sceneggiatura – Gianmarco Mazzola

Cast:

Johnny – Nicolò Lanzi

She – Sophie Paduano

St. Jimmy – Gianmarco Mazzola

Novacaine – Riccardo Rocchi

Pa’ & Ma’ – Entony Faedda & Daria Makarenko

Dottoressa – Isabel Paduano

Extraordinary Girl – Aurora Cera

Pusher – Gabriele Salvatori

Con la partecipazione di: Alessia Pischedda, Chantal Sebastiani, Edith Baroni, Martina Zimpi